Respirazione yoga: efficace rimedio contro la depressione

Respirazione yoga: un efficace metodo per combattere la depressione?

Secondo quanto afferma un gruppo di ricercatori dell’Università della Pennsylvania sull’ultimo numero della rivista Journal of Clinical Psychiatry, la respirazione yoga può essere considerata come un rimedio concretamente efficace per poter contrastare gli stadi depressivi.

Secondo i ricercatori, infatti, la tecnica di respirazione Sudarshan Kriya potrebbe aiutare ad alleviare i sintomi della depressione nelle persone che non hanno risposto in maniera soddisfacente ai trattamenti condotti attraverso l’utilizzo di farmaci antidepressivi.

Per poter arrivare a tale conclusione, i ricercatori statunitensi hanno coinvolto 25 pazienti affetti da disturbo depressivo maggiore, non in grado di rispondere in maniera adeguata ai trattamenti effettuati l’ausilio di alcuni noti farmaci anti-depressivi. Alcuni dei volontari che sono stati coinvolti nell’esperimento hanno scelto di praticare la respirazione Sudarshan Kriya per un totale di 8 settimane consecutive, mentre una parte del gruppo ha scelto invece di entrare all’interno del gruppo di controllo, senza la possibilità di poter accedere a tale tecnica di meditazione, effettuata mediante la supervisione di un team di esperti.

respirazione yoga Sudarshan Kriya

Al termine dello studio, i ricercatori dell’Università della Pennsylvania avrebbero registrato un significativo miglioramento dei sintomi della depressione e dell’ansia in tutti i pazienti che sono affetti da disturbo depressivo maggiore, e che sono stati coinvolti nella pratica di tale tecnica di respirazione, rispetto a quei pazienti che invece – facendo parte del gruppo di controllo – avevano scelto di non farne parte, e che non hanno presentato alcun miglioramento.

La ricerca conferma pertanto i buoni presupposti – noti altresì in virtù di ulteriori analisi precedentemente effettuate – relative alle tecniche di respirazione yoga, e ai loro influssi sulla depressione e sugli stati d’ansia.

I buoni risultati sono intuibilmente diversificati in termini di efficacia e di permanenza dei benefici, e verranno successivamente approfonditi da nuovi filoni di osservazione nel corso del tempo.

Fonte: Psychiatrist
http://www.psychiatrist.com/jcp/article/Pages/2016/aheadofprint/16m10819.aspx

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *